Navigate / search

Oroscopi: che fascino la scrittura di Rob Brezsny!

Se per caso non lo sapevi ancora, Rob è l’astrologo di fiducia della rivista settimanale Internazionale. Ogni giovedì il suo oroscopo letterario appare su oltre cento pubblicazioni nel mondo e si legge da New York a Singapore, da Caracas a Hong Kong. Poeta, scrittore e illuminato consigliere, Brezsny dispensa pillole di saggezza che Internazionale traduce in italiano, in esclusiva per i suoi lettori.

Da poco è uscito Roboscopo, un volume edito da Rizzoli che per la prima volta raccoglie – per ciascun segno dello zodiaco – il profilo della personalità, i personaggi da prendere a modello e gli straordinari consigli e spunti di riflessione di un essere umano alla ricerca dell’illuminazione.

È un libro per chi sa tutto del movimento degli astri, ma anche per chi è scettico fino al midollo e nonostante ciò non può fare a meno di dare una sbirciata settimanale al suo oroscopo. Aggiungiamo, per sensazione personale, che Roboscopo affascinerà anche chi non conosceva Brezsny fino a cinque minuti fa. Leggi tutto

Scrivere un progetto per il web / parte 2

Caro amico lettore, sei ancora alle prese con la progettazione editoriale di un sito web? Hai letto la prima parte di questo post e vorresti completare la serie di informazioni che ti avevo preannunciato?

Come sai, non entro in merito a questioni tecniche o grafiche legate allo sviluppo. Da giornalista e copywriter posso invece darti una serie di suggerimenti per ciò che riguarda i temi editoriali, gli obiettivi di comunicazione e il posizionamento del tuo sito web o blog.

Non sottovalutare questo passaggio. Prima di costruire l’architettura della tua presenza in Rete, è importante mettere ordine con un documento che ti aiuti a prendere le decisioni giuste e che faccia capire ad altri l’importanza delle tue idee. Leggi tutto

Scrivere un progetto per il web

Ti sarai accorto, per lavoro o per interessi personali, che internet è la somma di tutti i media, di tutti gli strumenti precedenti.

  • È un libro, nel caso in cui l’autore pubblica i propri scritti
  • È un giornale, quando viene utilizzato per fornire notizie in tempo reale
  • È una radio, trasmette file audio e consente di ascoltare e scaricare musica di ogni genere
  • È una televisione, con immagini streaming e video di qualità sempre migliore
  • È una brochure, dove presentare la propria azienda o il proprio prodotto
  • È un archivio di lezioni virtuali
  • È un luogo pubblico, nel quale gridare o sussurrare le proprie idee
  • È una piazza, dove conoscere persone e presentarsi al mondo
  • È un telefono, grazie a skype e altre applicazioni
  • È un’enciclopedia, dove poter trovare definizioni, sinonimi, traduzioni

L’elenco sarebbe ancora lungo, ma questo per dirti che è necessario cimentarsi con diversi linguaggi:

  • scrivi per essere letto
  • scrivi per essere ascoltato
  • scrivi per essere visto

Leggi tutto

Sostenere un’intervista. Ecco qualche trucco del mestiere

Prepararsi a sostenere un’intervista, un colloquio di lavoro o una situazione dove ci si sente sotto esame. È capitato anche a te di sentire la tensione che precede un evento del genere, e di essere preoccupato che l’emotività possa penalizzare la buona riuscita del tuo intervento?

Magari sei preparato su quello specifico argomento, ma in realtà a spaventarti è la variabile legata alle domande che potranno farti. Di cosa mi faranno parlare? Riuscirò a comunicare i temi che mi stanno a cuore?

Intervista in diretta radiofonica

Un paio di giorni fa sono stato ospite – in diretta telefonica – di una trasmissione radio. Il tema della puntata era “Dalla pubblicità alla politica, comunicare è un’arte”. Prima di me sono stati intervistati l’onorevole Carlo Giovanardi (sottosegretario alla presidenza del consiglio) e Gianluca Giansante, ricercatore, formatore e consulente di comunicazione specializzato in linguaggi politici.

Te ne parlo perché voglio condividere con te l’aspetto preparatorio che ha preceduto l’appuntamento con la diretta radiofonica. Leggi tutto

Scrivere un’omelia. Anche i preti vanno a scuola

Durante una messa in chiesa, ti è mai capitato – che tu sia credente o no – di sorbirti un’omelia infinita, piena di divagazioni e cadute di tonalità? Sei riuscito a gestire il conflitto di emozioni, tra sonno e spiritualità?

Che non tutti i preti fossero dei gran comunicatori, ce ne siamo accorti un po’ tutti… Penso specialmente a qualche mio amico d’infanzia, costretto a fare il chierichetto e a restare immobile come un bravo soldatino al cospetto di un fiume di parole ipnotiche e prolisse…

Eppure il mestiere di chi parla da sopra un altare dovrebbe essere fatto di comunicazione persuasiva, essenzialità, frugalità nel pensiero e nella scrittura del proprio discorso. Leggi tutto

La scrittura delle scoperte. E dell’anima

Sto leggendo quasi in contemporanea due libri che promettono emozioni interessanti per quanto riguarda i meandri della scrittura.

Il primo si intitola “I sette veli – Il cammino verso la verità” del tedesco Ruediger Schache, scrittore, giornalista indipendente, studioso della coscienza e conduttore di seminari e coach.

Schache sostiene che nulla avviene per caso, né al di fuori né dentro di te. Se sei sulla strada verso la comprensione del modo in cui i tuoi pensieri ed emozioni agiscono sul mondo che ti circonda, questo percorso ti porterà a conoscenza e domande sempre più profonde su te stesso e sulla tua vita. Leggi tutto

Fallaci e Minà, giornalisti che hanno nobilitato l’intervista

Nella tua professione di formatore, imprenditore, manager, giornalista, comunicatore e così via saprai bene che quello dell’intervista resta uno strumento prioritario per spiegare e chiarire argomenti e personaggi.

A volte la tua presenza in Rete avrebbe bisogno di essere intervallata da qualche intervista su temi affini al tuo mestiere. Oltre alle interviste che ti fanno, e nelle quali puoi raccontare la tua esperienza professionale e personale su diversi argomenti, tu stesso puoi facilmente prendere carta, penna e registratore e sottoporre qualcuno che ti sta a cuore a un’intervista.

Oltretutto, i personaggi da te intervistati possono effettivamente portare freschezza e novità alla tua strategia di comunicazione. Leggi tutto

Vuoi che il tuo blog apra un mondo?

Anch’io come te cerco di scervellarmi per mantenere vivo questo blog. L’idea è sempre quella di raccontarti qualcosa di me, del mio lavoro, della mia esperienza professionale. A volte amo condividere spunti interessanti che potrebbero aprire nuove porte sul nostro futuro.

Leggo sempre con grande piacere e attenzione ciò che scrive Luisa Carrada, mentore per molti di noi che utilizzano la scrittura per lavoro, oltre che per emozione personale.

Nel suo libro “Il mestiere di scrivere” c’è un capitolo che parla proprio dei blog professionali. Di luoghi che non sono più – come nei primi anni di internet – degli intimi diari personali. Parlo di blog che raccontano il mestiere delle persone con tecniche narrative, toni evocativi e tante piccole storie. Leggi tutto

Racconti zen, una scrittura che fa bene allo spirito

Inizio il 2011 – che strano effetto scrivere questa nuova data – dedicando il primo post dell’anno a uno scrittore che nessuno conosce.

Richard Brautigan – leggo da Wikipedia – visse un’infanzia travagliata, a causa del divorzio precoce dei genitori e dei maltrattamenti subiti dai successivi compagni della madre.

Tralascio la sua non lunga biografia, contrassegnata dall’avvicinamento al movimento hippy e dalla sua dipendenza dall’alcol. Nonostante tutto, è considerato il romanziere più significativo di quel periodo, rappresentato più che altro da poeti.

A causa dello stile scarno e del ritratto preciso di figure tipiche – donne piene di sogni irrealizzati, perdigiorno alcolizzati, artisti falliti intrappolati in un universo domestico della costa ovest americana – Brautigan viene accostato per la tipologia umana a Raymond Carver. Leggi tutto