Navigate / search

Storytelling politico: perché Berlusconi ha smacchiato Bersani

Gli americani ci vanno giù ancora più pesanti. All’indomani della sconfitta dei democratici nel 2004, James Carville – uno degli strateghi della vittoria di Bill Clinton nel 1992 – ammise: «Il linguaggio usato dai nostri avversari è arrivato più in profondità. I Repubblicani dicevano: vi proteggeremo dai terroristi di Teheran e dagli omosessuali di Hollywood. Noi invece abbiamo detto: siamo per l’aria pura, scuole migliori, più assistenza sanitaria. Loro raccontano una storia, noi recitiamo una litania».

Emozioni semplici contro schemi concettuali, riservati a pochi eletti. Vi ricorda qualcosa? Leggi tutto

Promuovere un evento con lo storytelling: il Carnevale di Ivrea

Cosa c’entrano le arance con la promozione di un evento? Tra poco lo capirai!

Se lavori per un ufficio stampa o ti occupi di comunicazione in generale, sarai come me sempre in cerca di nuove idee per comunicare e promuovere un’azienda o un’istituzione, magari un prodotto o – perché no? – un individuo (personaggio dello spettacolo, atleta di livello, politico).

Ma il titolo sul Carnevale di Ivrea? Tranquillo: non si tratta di scendere in piazza e tirare arance a destra e a manca per attirare l’attenzione. È il caso invece di valutare come oggi – in un’era digitale dove la soglia di attenzione è ridotta ai minimi termini – possiamo catturare l’interesse di categorie di persone via via sempre diverse. Leggi tutto