Navigate / search

Le parole sono importanti. E Berlusconi lo sa bene

Su questo blog, insieme alle tecniche di copywriting, mi piace condividere con te alcuni esempi di comunicazione che i politici utilizzano nel loro rapporto con i mass media.

Questo post nasce con due esigenze. La prima è quella di consigliarti la lettura di un libro appena uscito, scritto da un amico e collega di “arene comunicative”. Il saggio si intitola “Le parole sono importanti” e l’autore si chiama Gianluca Giansante, ricercatore, formatore e consulente di comunicazione. Il libro svela le tecniche di comunicazione impiegate dai principali protagonisti della politica italiana – da Di Pietro a Vendola, da Casini a Grillo.

La seconda esigenza è quella di parlarti del Berlusconi a tutto campo, che in queste ore di campagna elettorale si sta scatenando su tutti i media a disposizione. Radio, televisioni e siti internet, interviste a diversi telegiornali, persino collegamenti con una discoteca.

Le parole di Silvio in Tribunale

Il diabolico Silvio farà parlare di sé anche lunedì 16 maggio, giorno di silenzio elettorale. È prevista infatti la sua presenza nell’aula del Tribunale di Milano, in occasione della nuova udienza sul processo Mills. Il premier, dunque, utilizza tutti i mezzi possibili per finire in prima pagina.

Non è certo una novità che il Cavaliere spenda ogni energia nell’ultimo miglio che separa il suo elettorato alle urne, riuscendo spesso a ribaltare i pronostici con i suoi show personali.

Quella vista in queste ore è davvero una mitragliata mediatica di apparizioni in tiggì Rai e Mediaset (Tg1, Tg2, Tg4, Tg5, Tgr Campania), interviste su emittenti radiofoniche (Gr1, Radio Kiss Kiss Napoli, Cnr Media, Radio Lombardia, Radio Radio). Non soddisfatto, ha fatto risuonare il suo verbo in un comizio a Siena e poi a Terracina, nel litorale laziale. Per finire, collegamento by night con una discoteca di Torino.

Berlusconi, come il prezzemolo

Come farà, si chiedono sostenitori e avversari? E poteva mancare la scrittura, tassello non trascurato della sua campagna di comunicazione? Berlusconi ha inviato infatti una lettera a tutti i giovani elettori milanesi per sostenere la candidata sindaco Letizia Moratti.

Attenzione! Ultim’ora! Sabato 14 maggio festa scudetto per il Milan campione d’Italia. Tutta la squadra sul pullman scoperto, direzione piazza Duomo, per la parata tra ali di folla rossonera. Poi trasferimento allo stadio, dov’è in programma il turno serale di campionato contro il Cagliari.

Secondo te, Berlusconi, nel suo ruolo di presidente del Milan neo-scudettato, potrà mancare all’ennesimo bagno di folla? Guarda caso, a poche ore dall’apertura delle urne…

Leggi anche questo post
Scrittura persuasiva. Le 7 anime di Berlusconi

Comments

Ilaria Cardani
Reply

Infanticabile, instancabile, ubiquo. E anche molto camaleontico. Lo ricordo a Milano, qualche anno fa, sfilare in corso Buenos Aires in un corteo di panificatori (panettieri o prestiné, come si dice qui) con il cappello, appunto da prestiné. Che dire? Nulla, sta per scoccare l’ora del silenzio preelettorale 🙂 .

Leave a comment

name*

email* (not published)

website