Navigate / search

Pubblicità Progresso: scrivi il tuo Codice di condotta

Che tipo di persona vuoi essere, per cosa vuoi essere ricordato?

Riflettevo su queste parole ieri pomeriggio, camminando spensieratamente con mia moglie e mia figlia di nove anni lungo i viali soleggiati di Villa Borghese, nel cuore di Roma.

Intorno a noi ragazzini in bicicletta, sui pattini, con i palloni che rotolavano lungo i prati. Persone di tutte le età che passeggiavano godendosi un bel sole autunnale, nonostante il vento di tramontana. Turisti alla ricerca di un paesaggio da immortalare e portarsi a casa: una bella fotografia dal Pincio può riscaldare molti cuori durante i freddi inverni nordeuropei…

Tra le note stonate, quella di un anziano signore che faceva salire i nipotini sulle statue di Aleksander Puskin (poeta, scrittore e drammaturgo russo, considerato il fondatore della lingua letteraria russa) o di Francisco de Paula Santander (generale colombiano dell’800). Per ritrarli col telefonino!

Perché questo grado di inciviltà? Cosa porteranno dentro di sé questi due piccoli cittadini del futuro? Che senso ha sfregiare l’arte e i beni pubblici, tra gli ultimi baluardi rimasti in un mondo che tende a disgregarsi? Leggi tutto

Scrivere una campagna: il caso Forum Nucleare

Anche tu, come circa metà degli italiani, non hai un’opinione definita sul ritorno dell’energia nucleare in Italia?

Ti sei fatto alcune idee sulle centrali nucleari, positive o negative, ma non sufficientemente supportate da elementi concreti?

Vorrei condividere con te alcune riflessioni sul dibattito in corso, rilanciato in queste ore dalla nuova campagna pubblicitaria del Forum Nucleare Italiano, presieduto da Chicco Testa. Leggi tutto

Scrivere uno spot: il caso degli orgasmi elettorali

Il linguaggio dei pubblicitari è un buon modello per imparare a scrivere in modo persuasivo.

In questo post analizzerò il caso di un paio di video elettorali spagnoli che stanno facendo molto parlare di sé a causa delle forti allusioni sessuali contenute nei due spot.

In chiusura ti inviterò ad allenare la tua scrittura professionale, cimentandoti con una breve stesura del soggetto di uno spot.

Il confine col cattivo gusto

Quando una campagna emerge dall’anonimato, analizzare il lavoro dei copywriter ci può fornire nuovi spunti per rendere unico il nostro messaggio e distinguerlo tra le nebbie del politicamente corretto. Ma il confine col cattivo gusto va tenuto sempre a debita distanza. E in questo caso si è rischiato lo sconfinamento. Leggi tutto