Navigate / search

Pubblicità Progresso: scrivi il tuo Codice di condotta

Che tipo di persona vuoi essere, per cosa vuoi essere ricordato?

Riflettevo su queste parole ieri pomeriggio, camminando spensieratamente con mia moglie e mia figlia di nove anni lungo i viali soleggiati di Villa Borghese, nel cuore di Roma.

Intorno a noi ragazzini in bicicletta, sui pattini, con i palloni che rotolavano lungo i prati. Persone di tutte le età che passeggiavano godendosi un bel sole autunnale, nonostante il vento di tramontana. Turisti alla ricerca di un paesaggio da immortalare e portarsi a casa: una bella fotografia dal Pincio può riscaldare molti cuori durante i freddi inverni nordeuropei…

Tra le note stonate, quella di un anziano signore che faceva salire i nipotini sulle statue di Aleksander Puskin (poeta, scrittore e drammaturgo russo, considerato il fondatore della lingua letteraria russa) o di Francisco de Paula Santander (generale colombiano dell’800). Per ritrarli col telefonino!

Perché questo grado di inciviltà? Cosa porteranno dentro di sé questi due piccoli cittadini del futuro? Che senso ha sfregiare l’arte e i beni pubblici, tra gli ultimi baluardi rimasti in un mondo che tende a disgregarsi?

Come curiosa coincidenza, ho letto oggi su un quotidiano che, nelle stesse ore, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano passeggiava con la moglie per Villa Borghese, salutando cortesemente le persone con un gesto della mano.

Cosa avrebbe detto il nostro Presidente a quel signore che faceva issare i nipotini sulle ginocchia bronzee di personaggi famosi? Come lo avrebbe affrontato? Perché nessuno di noi ha detto nulla?

Pubblicità Progresso, l’inizio della comunicazione sociale

Qualcosa possiamo fare, tu e io. Per esempio usare la nostra comunicazione. L’esempio che diamo, con i nostri comportamenti, alle persone che ci circondano, ai nostri amici e familiari. Il nostro Codice di Condotta personale.

Ho saputo che l’università Cattolica di Milano celebra con una mostra il 40esimo compleanno della Pubblicità Progresso. Quella forma di comunicazione sociale che – all’inizio dell’avventura, nel 1971 – rappresentò un piccolo choc nazionale per la forza dei concetti e la durezza del linguaggio.

Spot che hanno cambiato il nostro sguardo sulla società come “Chi fuma avvelena anche te. Digli di smettere” oppure “Il verde è tuo: difendilo”, primo messaggio ambientalista in anni in cui la tutela della natura era un’attività sconosciuta.

In quelle campagne c’era coraggio (“Smettiamo di avere paura di chi sembra diverso. Prendiamo esempio dai bambini” sull’inserimento dei ragazzi disabili), solidarietà (“Adotta un nonno”), presa di coscienza (“Forse anche tuo figlio è un bambino abbandonato. Figli si nasce, genitori no”).

I volti raffigurati non erano omologati, l’ironia era tagliente per colpire nel segno. Un’idea forte costruita nel segno della cooperazione, con tutta la filiera della comunicazione pubblicitaria che accettò il progetto di creare messaggi di interesse nazionale senza guadagnarci una lira. Dalle agenzie alle case di produzione, fino ai media che trasmettevano gli spot.

La chiarezza del tuo Codice di condotta

A me sembra arrivato il momento di prenderci delle responsabilità. In nome del progresso circostante – senza puntare da subito a temi universali e globalizzati – ognuno di noi può scrivere il proprio codice di condotta personale. Per iniziare ad agire nel nostro perimetro lasciando tracce fertili, e non residui da smaltire.

Prenditi alcuni preziosi minuti per te. Sarà un’azione che farà del bene anche alle persone con cui vivi o lavori o passi il tuo tempo libero. Siediti al tavolo e scrivi su un foglio una lista di valori che ti contraddistinguono. Decidi che tipo di persona vuoi essere, come amerai comportarti da oggi in poi con te stesso e con gli altri.

Quale sarà il tuo Personal Branding? Scegli il codice dei tuoi comportamenti. Io l’ho fatto e lo condivido con te. Ci sono dentro alcune delle qualità a cui tendo a ispirarmi durante la giornata. Sarò…

  • Motivato
  • Energico
  • Appassionato
  • Entusiasta
  • Sorridente
  • Fiducioso nel mondo
  • Congruente
  • Veloce
  • Intuitivo
  • Divertente
  • Innamorato

Troppa roba? È molto motivante prendersi la responsabilità di crescere e progredire: è uno dei bisogni fondamentali dell’uomo, insieme a quello di condividere con gli altri.

Punta in alto e stabilisci un nuovo standard, specialmente se non ti senti congruente con la vita che fai e con i valori che fanno parte di te e della tua storia.

Condividi ora le tue riflessioni

Pensi che questo post ti abbia aiutato a smuovere qualche idea, emozione o voglia di fare?

Scrivendo ora una tua riflessione nello spazio commenti, aiuterai e ispirerai anche gli altri lettori a riconoscersi in un’idea di progresso civile e sociale.

Se ti va, condividi l’articolo su Facebook o su altri social (i pulsanti sono sotto).

E lasciami tutti i commenti che vuoi, con domande, opinioni, perplessità.

Ti auguro una buona vita nel segno del Progresso!

Comments

MAVI
Reply

Grazie, grazie.grazie!!! Le Tue parole mi hanno ricordato che, nella vita, io voglio essere soprattutto energica, appassionata ed entusiasta!! E devo prendermi la RESPONSABILITA’ di diventarlo!!

Alessandro
Reply

Sappiamo, Mavi, che la passione e l’entusiasmo non ti mancano. Lasciale andare 🙂

Leave a comment

name*

email* (not published)

website